giovedì 17 dicembre 2009

DDL MailandStadtDuomoStatuettegestartet
(DDL del Lancio della Statuetta del Duomo di Milano)



Giorgio Bocca, giornalista: "Oggi c’è un reale pericolo di ritorno allo Stato autoritario. Ci sono forti analogie con l’incendio del Reichstag, che ha portato alle leggi speciali: mi fa paura, ma soprattutto mi rattrista vedere che siamo tornati a prima della Resistenza. La reazione politica all’aggressione di Berlusconi è sulla linea della disgregazione dello Stato democratico portata avanti dal premier e dal Pdl. Una parte di italiani evidentemente vuole il regime. D’ora in poi sarà impossibile criticare Berlusconi, perché hanno montato un grande ricatto: se non tacete siete comunisti e terroristi".
da: L'Antefatto

Sì ma non basta: bisogna aggiornare i provvedimenti politici secondo le esigenze del tempo, specificare le peculiarità sociali e valorizzare l'identità culturale...[segue pistolotto]

...per l'analogia, il decreto del Lancio della Statuetta del Duomo di Milano(DDL MailandStadtDuomoStatuettegestartet) potrebbe suonare più o meno così:

"Gli articoli 2,3,5,6,8,18,21,33,39,49 (e tutti i multipli di 21) della Costituzione sono sospesi fino ad ulteriore avviso. È pertanto possibile: restringere i diritti di libertà personale [si intende l'habeas corpus], libertà di espressione, compresa la libertà di stampa, la libertà di organizzazione ed assemblea, la riservatezza di corrispondenza, posta, telegrammi, telefonate e Internet, ordinare perquisizioni e confische, limitare la proprietà e controllare i calzini anche se questo non è altrimenti previsto dalla legge attuale."

Libera ispirazione da Wikipedia

Disclaimer:
Il contenuto di questo articolo è da intendersi "amaramente ironico" (...sì ironico, pur non contenendo la parola Kapò, perchè qui, come in tante altre occasioni, non c'entra una mazza!), non intende essere essere violento, nè in alcun modo suggerire atti di violenza... al massimo vorrebbe soltanto istigare a conoscere. Cribbio. .

Share/Save/Bookmark

Nessun commento:

Posta un commento